In pieno centro

BEKKA, a Torino gli abiti artigianali con le magnifiche stampe dell'arte e del cinema

Una bottega-laboratorio, un atelier di moda come quelli di una volta. Un piccolo marchio di moda che fa dell'artigianalità e della creatività il suo punto di forza. E che punta in grande

BEKKA SS 2016 (© photo courtesy of BEKKA)

BEKKA SS 2016 (© photo courtesy of BEKKA)

TORINO - Una bottega-laboratorio, un atelier di moda come quelli di una volta, in cui le clienti provano i vestiti mentre vedono nascere le nuove collezioni. BEKKA è un piccolo marchio di moda che ha sede nel cuore di Torino, in Via San Francesco da Paola 33, nato dalla creatività di due giovani donne: Olivia Magee, direttore creativo, irlandese di nascita e torinese d'adozione, e Stephany Barberis, stilista. 

Parola d'ordine: fantasia creativa
BEKKA nasce come progetto artigianale di creatività e stampa su stoffa. Un concept che vuole essere garanzia di esclusività grazie alla particolarità delle fantasie e dei modelli che distinguono le collezioni. Il brand poggia le sue fondamenta su un'idea ben precisa: la possibilità di sfruttare l’esperienza trentennale dei suoi curatori nel campo della stampa tessile di alta qualità, il tutto attraverso collaborazioni anche con importanti nomi nel campo dell’alta moda internazionale. Gli abiti BEKKA sono «fantasia creativa» che si può indossare e interpretare secondo i propri gusti. Un viaggio nell’arte che si fa vestito e che si indossa. Un’arte che parla italiano, che contamina i tessuti, i tagli, dove l’allegria contagia tutti.

Il cinema protagonista della collezione Autunno/Inverno
La pittura in tutte le sue forme e tecniche è l'elemento che contraddistingue gli abiti e gli accessori di questo brand. Le collezioni BEKKA sono dedicate alle donne che vogliono esprimere la propria femminilità in modo originale, innovativo e fuori dagli schemi: «Principalmente devono avere carattere. Non sono capi da mettere tutti i giorni o comunque chi è in grado di metterli tutti i giorni riesce a valorizzarli al meglio». «Tutte le collezioni partono da un tema principale: nella prossima collezione dell'autunno-inverno ci siamo concentrate sul cinema, mescolandolo a varie tecniche pittoriche. Sui nostri abiti compariranno fotogrammi tratti da film famosi, ma anche pezzi di monologhi come quello di 'Trainspotting'». Su altri ci sono frasi celebri come 'Francamente me ne infischio' di 'Via Col vento, ma anche classici, come «La dolce vita» di Fellini, rivisitati con un tocco di creatività.

Il bianco domina la collezione Primavera/Estate
Per la primavera/estate 2016 invece i colori della collezione firmata dalla stilista Stefany Barberis ruotano prevalentemente intorno al bianco, il colore della luce per eccellenza. Un bianco che si fa ottico e che illumina ed esalta tutto ciò che gli ruota intorno. «Per definizione - spiegano le due creatrici - il bianco è il non-colore perché contiene tutti i colori dello spettro nel suo interno e nello specifico andrà a contaminarsi con una gamma di sfumature cromatiche che vanno dalle tonalità del rosa, con schizzi di fucsia, al giallo fino ad arrivare all'azzurro cielo abbinato al rosa cipria e al rosso chiaro. Tracce di lilla e grigio faranno la loro comparsa in un abbinamento di tagli e stampe che degradano fino all'azzurro chiaro».

Sensualità eterea e tanta voglia di giocare
Il bianco è da sempre sinonimo di rigore, di eleganza, di purezza romantica ma anche di sensualità eterea. Un bianco che Olivia e Stephany hanno deciso di destrutturare, sviluppandoci intorno quelle fantasie pittoriche che da sempre ne contraddistinguono e ne rendono speciali le collezioni. Il tessuto si fa tela e come in ambito pittorico va a toccare ogni forma conoscibile, ogni disegno ipotizzabile. Dallo schizzo di un bambino all’astrattismo contemporaneo che anima la scena culturale internazionale. Tutta la collezione è intrisa di elementi grafici capaci di trasmettere una sensazione di leggerezza. Fanno la loro comparsa le mongolfiere, leggere e colorate, e preparatevi a tornare bambini, a fare un salto in Inghilterra per scegliere il miglior cupcake e le ciambelle più gustose.

Voglia di UK e Sud America
Un progetto nato all'ombra della Mole ma che pensa in grande: «BEKKA è nato come un piccolo atelier per i torinesi ma adesso puntiamo a tutta l'Italia. Fra poco parteciperemo a importanti fiere di settore». Intanto il brand ha già fatto capolino in qualche boutique di Lombardia e Liguria, e presto arriverà nei negozi di Veneto, Lazio e Campania. Le prossime tappe saranno Regno Unito e Sud America.

Qui trovate il Look Book di BEKKA SS 2016. Se vi è piaciuto, questa è la pagina Facebook di BEKKA.