Verso le elezioni

Elezioni 2016, la Lega è stanca di aspettare: il notaio Morano è il candidato sindaco

Ad aspettare che il puzzle romano sia composto rischiano una debacle a Torino. Così la Lega Nord, e in primis il segretario nazionale Matteo Salvini, hanno deciso su chi puntare

La Lega punta sul notaio Morano per le prossime elezioni (© Diario di Torino)

La Lega punta sul notaio Morano per le prossime elezioni (© Diario di Torino)

TORINO - Che la partita di Torino sia secondaria lo si era capito da tempo perché tutte le attenzioni di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia sono verso Roma e sulla candidatura di Guido Bertolaso o meno. Il capoluogo piemontese avrebbe i suoi nomi di riflesso, a seconda dell’esito delle trattative per la Capitale. Tutto questo attendismo potrebbe però trasformarsi in una debacle senza precedenti. Lo sa bene anche Matteo Salvini, il leader della Lega Nord che più volte ha fatto tappa a Torino nelle scorse settimane, ma che non ha mai dato indicazioni precise se non «Osvaldo Napoli non è il candidato migliore» e «incontreremo chi si vuole mettere a disposizione». L’imminente presentazione delle liste e la raccolta firma che deve precedere la presentazione di un candidato hanno messo fretta e, a quanto pare, la pazienza è finita. La Lega è pronta a puntare tutto su Alberto Morano, notaio torinese che da un paio di settimane si vede in diversi cartelloni «senza partito» sparsi per la città. Un nome fatto già diversi mesi fa in tempi non sospetti ma mai totalmente condiviso da Forza Italia che continua a puntare su Napoli.

Fratelli d’Italia con la Lega Nord
Visto l’appoggio di Salvini a Giorgia Meloni (parliamo di Roma), Fratelli d’Italia sarebbe insieme alla Lega Nord e quindi a Morano nelle comunali di Torino. Il notaio inoltre sembra piacere anche agli elettori, nonostante non sia un politico come invece lo sono gli altri ipotetici candidati proposti. Già dalle prossime ore dovrebbe partire la raccolta firme che ufficializzerà la candidatura. Forza Italia, nonostante il rischio di arrivare appena al 4-5% dei consensi, non sembra intenzionata ad allearsi con il duo di centrodestra e quindi correrebbe con una coalizione dal fiato corto a servizio dell’attuale sindaco di Valgioie Napoli. Mancano appena due settimane alla presentazione delle liste elettorali, lì se ne saprà davvero di più.