Nuova legislatura in Sala Rossa

Proclamazione e primo Consiglio in un mese, questo l'iter per la nuova sindaca Appendino

La burocrazia prevede un iter specifico per la nomina del nuovo sindaco e dei consiglieri comunali eletti. Una volta espletato il tutto si potrà avviare ufficialmente la nuova legislatura targata Chiara Appendino

In un mese il primo Consiglio comunale (© Comune di Torino)

In un mese il primo Consiglio comunale (© Comune di Torino)

TORINO - Dopo tanta campagna elettorale, dopo tante parole, tra qualche settimana si passerà ai fatti con la nomina ufficiale di Chiara Appendino quale nuova sindaca di Torino. Contestualmente saranno proclamati anche i 40 eletti che comporranno il Consiglio comunale per i prossimi cinque anni.

Tutto entro due settimane
Ci sono dei tempi tecnici per fare tutto nel modo corretto e prevedono la chiusura dei verbali delle operazioni di voto e la proclamazione ufficiale del presidente dell’ufficio elettorale centrale. Ci vorranno circa 15 giorni. Poi la sindaca Appendino avrà tre giorni per notificare ai 40 consiglieri la loro elezione. Un momento che darà l’inizio alla nuova legislatura e che avverrà nella Sala Rossa, la sala di Palazzo Civico in cui si svolge da sempre il Consiglio comunale.

Il primo Consiglio comunale in un mese
Per il primo Consiglio comunale non bisognerà aspettare molto, massimo un mese, prima della «chiusura estiva» di agosto. Dopo che Appendino avrà reso ufficiali i Consiglieri comunali dei diversi partiti, al più votato di loro spetterà il compito di convocare la prima seduta in Sala Rossa con una data che non superi i dieci giorni di distanza. Lo stesso consigliere definito «anziano» sarà il presidente pro tempore e lo rimarrà fino all’elezione del nuovo e alla nomina degli assessori da parte della prima cittadina.