Omicidio Andrea Soldi

Seconda udienza preliminare per la morte di Andrea Soldi prima del processo vero e proprio

Dovrebbe aprirsi il prossimo 14 novembre il processo vero e proprio per la morte di Andrea Soldi in seguito al Tso. Accusati di omicidio tre agenti di polizia municipale e uno psichiatra

Udienza preliminare per la morte di Andrea Soldi (© )

Udienza preliminare per la morte di Andrea Soldi (© )

TORINO - Torna in aula questa mattina la vicenda di Andrea Soldi, il «ragazzone» di 45 anni morto in seguito a un Tso eseguito il 5 agosto 2015 in piazza Umbria. La seconda giornata dell’udienza preliminare dovrebbe essere molto rapida in quanto ci saranno solo da discutere le eccezioni alle richieste di costituzione a parte civile del Comitato d’Iniziativa Anti Psichiatrica di Santa Teresa di Riva (Messina) e del comitato di cittadini per i diritti umani, oltre che della famiglia di Andrea Soldi. Per il processo vero e proprio invece si dovrà aspettare probabilmente il prossimo 14 novembre, data che sarà resa ufficiale solo al termine dell’udienza.

Accusati tre vigili e uno psichiatra
Non dovrebbero presentarsi nemmeno questa mattina i tre agenti di polizia municipale accusati di omicidio colposo. Durante la prima udienza la loro assenza era stata sottolineata dai familiari di Andrea Soldi i quali dissero che avrebbero voluto vedere in faccia chi lo aveva strozzato. Presente invece lo psichiatra.