Maltempo

Dalla pioggia al sole, ecco come si è risvegliato il torinese: Moncalieri in ginocchio

I corsi d’acqua stanno progressivamente tornando sotto la soglia di pericolo, ma ci sono alcuni comuni che devono fare i conti con i danni del maltempo e con gli allagamenti. Moncalieri è tra quelli messi peggio

Moncalieri in ginocchio per il maltempo (© )

Moncalieri in ginocchio per il maltempo (© )

TORINO - La pioggia ha smesso di scendere su Torino già da molte ore, ma ciononostante in provincia continuano a persistere i danni causati dal maltempo degli scorsi giorni. Dall’Arpa fanno sapere che la vasta area depressionaria, quella responsabile delle intense precipitazioni, continua a stazionare sulla penisola iberica, ma tende progressivamente a calmarsi.

In diminuzione anche i livelli dei corsi d’acqua che presto torneranno a essere sotto i livelli di guardia. Il fiume Po rimane al di sopra dei livelli di pericolo nel tratto tra Carignano e Castiglione Torinese. A valle, e fino alla confluenza con il Tanaro, i livelli sono in generale diminuzione. A Torino, in particolare, i livelli della Dora Riparia e Stura di Lanzo sono scesi al di sotto dei livelli di guardia mentre permangono valori di pericolo per il Chisola a La Loggia.

La situazione peggiore questa mattina la sta vivendo ancora una volta Moncalieri, messa in ginocchio da quanto avvenuto negli scorsi giorni con lo straripamento del torrente Chisola. Sei le borgate allagate: Tetti Piatti, Barauda, Tagliaferro, Santa Maria, Mercato e Rossi. I carabinieri e i vigili del fuoco questa mattina hanno continuato a sorvolare la zona e dare soccorso ai cittadini. «Stiamo superando la fase acuta dell'emergenza dopo 48 ore di lavoro e angoscia», ha detto il sindaco Paolo Montagna, «I livelli dei fiumi si stanno progressivamente abbassando, nelle ultime 4 ore il Chisola è sceso di 68 cm, siamo finalmente sotto la soglia di pericolo, mentre il Po di 80 cm. Il livello di attenzione rimane alto, la situazione rimane sotto monitoraggio costante, gli uomini e i mezzi sono operativi in città».

Dando un più ampio sguardo in Piemonte, l’onda di piena del Tanaro sta transitando con valori oltre il livello di pericolo a valle di Alessandria. A monte i livelli idrometrici dall’alta valle Tanaro fino a Masio nell’alessandrino sono in generale diminuzione al di sotto dei livelli di guardia. Rimane ancora al di sopra della soglia il tratto da Masio ad Alessandria.

Secondo le previsioni il fine settimana sarà caratterizzato da un meteo privo di precipitazioni e soleggiato, con uno zero termico che progressivamente tenderà a salire dai 2.000 ai 2.500 metri. Nelle prossime ore permarrà ancora la situazione di pericolo nel tratto torinese del Po con livelli in lenta decrescita. Fino alla sezione di Valenza (Al) i livelli saranno in diminuzione al di sotto della soglia di guardia.