Juventus-Atalanta

Il gesto della Curva Sud: le donazioni per la coreografia di Juve-Atalanta per i terremotati

Saranno i gli ultras bianconeri, aiutati dall’associazione benefica «1Caffè», a raccogliere le donazioni volontarie dei tifosi subito dopo i tornelli. L’intero incasso verrà poi utilizzato per le necessità impellenti nelle zone colpite dal sisma

Il ricavato della coreografia di Juve-Atalanta verrà devoluto in favore dei terremotati (© )

Il ricavato della coreografia di Juve-Atalanta verrà devoluto in favore dei terremotati (© )

TORINO - Una coreografia solidale, per dare un aiuto concreto alle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma. La Curva Sud, cuore del tifo bianconero, ha annunciato un’iniziativa speciale per Juventus-Atalanta, match in programma sabato sera alle ore 20:45. I gruppi organizzeranno una coreografia che dovrà essere finanziata dai tifosi stessi: il ricavato verrà interamente devoluto ai terremotati.

Come partecipare all'iniziativa
A spiegare l’iniziativa è un volantino firmato da tutti i gruppi della Curva Sud. Le modalità di partecipazione sono chiare: «Superati i tornelli di controllo digitale dei titoli d’ingresso, troverete degli incaricati dei nostri gruppi che distribuiranno delle bandiere bianconere da sventolare all’ingresso delle squadre in campo». A fianco dei tifosi vi saranno gli addetti dell’Associazione benefica «1Caffè» che avranno il compito di raccogliere le donazioni spontanee (non vi sono limiti) in appositi contenitori. L’intero ricavato, ricorda il volantino, verrà utilizzato per far fronte alle necessità impellenti delle zone colpite dal recente terremoto.

L'appello della curva: "Il minimo contributo può essere importante"
Nei giorni successivi alla partita, tramite i dati e i totali forniti dalla Protezione Civile, i tifosi verranno informati dell’esito della raccolta. La Curva Sud rivolge ai supporters che sabato sera ne popoleranno le gradinate l’invito a partecipare all’iniziativa: «Un contributo, seppur minimo, può essere importante. Tutti uniti si può essere d’aiuto all’Italia, la Curva Sud è anche questo». Una coreografia nel nome della solidarietà: il tifo, per fortuna, è anche tutto questo.