Cronaca

La storia di Mario, il «bambino invisibile» trovato dai carabinieri a Moncalieri

Nato nel 2009, il piccolo non è mai stato registrato all’anagrafe e non è mai stato iscritto alla scuola dell’obbligo. Il padre risulta tutt’ora irreperibile

Il piccolo è stato trovato dai carabinieri di Moncalieri (© )

Il piccolo è stato trovato dai carabinieri di Moncalieri (© )

MONCALIERI - Ha dell’incredibile quanto accaduto negli giorni scorsi a Moncalieri. I carabinieri si sono recati a casa di Carla F., una donna di 48 anni, e scoperto dell’esistenza di un «bambino invisibile»: Mario, nato all’ospedale di Moncalieri nel 2009, non è mai stato registrato all’anagrafe.

Niente scuola per il «bambino invisibile»
Come se non bastasse il bambino, che ora ha 7 anni, non è mai stato iscritto alla scuola dell’obbligo e non ha mai sostenuto controlli o vaccinazioni. I genitori di Mario sono stati denunciati, ma il padre del piccolo risulta irreperibile. La mamma ha dichiarato ai carabinieri di essere certa che il compagno (il padre del bambino) avesse provveduto alla registrazione all’anagrafe. Il bambino, visitato dai medici del Regina Margherita di Torino, è in buone condizioni. La madre e il figlio sono stati affidati a una comunità protetta.