Reggia di Venaria

Reggia di Venaria, successo strepitoso: all'Epifania visitatori raddoppiati rispetto al 2016

La residenza sabauda, proprio il 30 dicembre ha raggiunto il numero incredibile di un milione di visitatori dell'anno. Il 2017 si è aperto con 50.000 presenze nella prima settimana

VENARIA REALE - Che i beni culturali fossero il fiore all'occhiello del nostro territorio non lo scopriamo di certo oggi, ma di fronte a numeri sensazionali è giusto strabiliarsi un po' ed essere orgogliosi. E' il caso della Reggia di Venaria che, dopo un 2016 da record con un milione di ingressi nell'anno solare, festeggia la prima settimana del 2017 con numeri altissimi: 50.000 visitatori dal 1° gennaio a ieri. 

Reggia di Venaria, i numeri che raccontano il successo
Uno dei fattori è stato sicuramente quello del ponte dell'Epifania, che ha permesso ai tanti turisti e torinesi di approfittare di un weekend lungo per visitare le meraviglie ospitate alla Reggia, tra cui la mostra di Brueghel "Capolavori dell'arte fiamminga». E' lecito constatare come ci si sia comunque spinti al di là delle più rosee aspettative, con 49.407 ingressi contro i 26.725 dello scorso anno. Praticamente il doppio, ma c'è di più: nel 2015 le presenze nella prima settimana erano state 19.864, il che testimonia una crescita costante negli ultimi due anni.

Autonomia e ambizione, i segreti della Reggia di Venaria
I segreti di questo grande successo sono principalmente la capacità di attrarre e ospitare mostre di rilievo, in una location più unica che rara. Da non sottovalutare poi l'autonomia per quanto riguarda la gestione dei punti ristoro, dei bookshop e soprattutto dei parcheggi, fattori importanti per chiudere in pareggio il bilancio. Certo, come tutte le cose qualcosa da migliorare c'è ma l'obiettivo del nuovo anno è quello di esaltare ancora di più la bellezza e il valore culturale della Reggia di Venaria, fiore all'occhiello del nostro territorio.