Cronaca

«Giù le mani dai toret!»: il mistero delle fontanelle scomparse alle Vallette

Furti ai danni delle fontane a forma di toro al parco delle Vallette. I residenti della zona segnalano le sparizioni con foto e lamentele

TORINO - Le fontanelle con la testa taurina sono ormai, nell'immaginario collettivo, uno dei simboli principali della città di Torino. Proprio queste si trovano oggi al centro di fatti inspiegabili: parrebbe infatti che qualcuno abbia interesse a rubarle per poi tenerle come oggetti di arredo in casa o per rivenderle. La segnalazione dei furti è stata fatta alla SMAT che ha provveduto immediatamente a chiudere l'acqua delle fontanelle interessate. Per la sostituzione dei toret rubati invece bisognerà aspettare l'intervento del Comune.

Le sparizioni dei toret alle Vallette
I residenti della zona hanno iniziato a fotografare i luoghi dei furti e a segnalare alle autorità questo fenomeno insolito. Il primo caso è stato scoperto circa una settimana fa e riguarda una delle fontane poste all'interno dell'area giochi del parco delle Vallette. Al posto della consueta statua verde in ghisa, si trova oggi solamente la griglia adibita allo scolo dell'acqua. La consigliera del Pd Mary Gagliardi ha preso particolarmente a cuore la questione e ritiene che oltre ai casi già noti siano stati operati diversi altri furti, secondo quanto le verrebbe segnalato proprio dai residenti. L'ultimo "toretto rapito" si trovava appena fuori dal parco di via delle Primule.