Questore Torino

Da Venezia alla Mole: Angelo Sanna è il nuovo questore di Torino

Il nuovo questore sostituisce Salvatore Longo, che si appresta ad andare in pensione

Angelo Sanna, nuovo Questore di Torino (© Ansa)

Angelo Sanna, nuovo Questore di Torino (© Ansa)

TORINO - Angelo Sanna è il nuovo Questore di Torino. Dopo poco più di due anni, volge dunque al termine l’esperienza di Salvatore Longo, la persona che attualmente ricopre l’incarico e che si appresta ad andare in pensione. Sanna, 62 anni, è nato a Roma, ha una moglie e due figli. La decisione arriva dal Consiglio d’Amministrazione del Dipartimento di Pubblica Sicurezza che ha deciso una serie di movimenti tra i dirigenti di polizia delle diverse Questure: Sanna infatti lascia la guida della Questura di Venezia e verrà sostituito da Vito Gagliardi, Questore di Cagliari.

Il Curriculum di Angelo Sanna
Ex Ufficiale del Corpo delle Guardie di P.S., dopo aver frequentato l'Accademia (1973/’75), ha prestato servizio ad Alessandria, prima alla Scuola per la formazione degli agenti (1977/’85) e poi in Questura (1985/’95), ove ha ricoperto gli incarichi di Dirigente del Personale, della DIGOS e di Capo di Gabinetto. Nel periodo tra il 1995 ed il 1999, ha diretto prima il Commissariato di P.S. di Olbia (1995/’96) e, al termine del corso dirigenziale e prestato servizio alla Questura di Sassari per un breve periodo, l'Ufficio Immigrazione della Questura di Genova (1997/’99). Quindi, dopo una aggregazione di alcuni mesi alla neo - Questura del Verbano-Cusio-Ossola, è stato chiamato a dirigere il Commissariato di P.S. di Sanremo (2000/’06), quindi ha ricoperto l'incarico di Vicario del Questore di Lucca (2006/’07). Dal settembre 2007 al giugno 2008 ha frequentato il «23° Corso di Alta Formazione» nella Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia di Roma poi, promosso con decorrenza 1° gennaio 2008  Dirigente Superiore, è stato in successione nominato  Questore di Asti, agosto ‘08 ottobre ‘10, e di Vicenza, novembre ’10 luglio ’14. Nel giugno 2009 è stato insignito dell'onorificenza di Commendatore al Merito della  Repubblica Italiana. Dal 1° agosto 2014 è Questore della Provincia di  Venezia. Il 30 marzo 2015 è stato nominato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dirigente Generale.