Università

E' lotta aperta tra due insegnanti al Politecnico: la cattedra rischia di restare vuota

Ambiguità e polemiche intorno al concorso per assegnare un posto di ruolo ordinario al Politecnico di Torino. I due candidati fanno ricorso ma se non si arriva a una maggioranza qualificata di voti, il posto rischia di restare vuoto

Politecnico di Torino (© )

Politecnico di Torino (© )

TORINO - Questa è la storia travagliata di due professori e di un posto di ruolo alla facoltà di Ingegneria di Torino. Andrea Manuello Bertetto docente esterno a Torino e di ruolo a Cagliari e Alessandro Fasana, professore associato al Politecnico hanno svolto il concorso per ottenere la cattedra ordinaria in Ingegneria meccanica, ma qualcosa è andato storto. I punteggi dei due non raggiungevano la maggioranza cosiddetta "qualificata" (4 su 5) e perciò non è stato possibile decretare un vincitore del concorso. Entrambi hanno fatto ricorso e nuovi interrogativi si aprono sul caso.

Maggioranza qualificata o quantificata?
Andrea Manuello Bertetto ha raccolto 2 voti durante le prove, mentre Alessandro Fasana tre. La maggioranza qualificata non c'è e quindi il rettore Marco Gilli decreta che non ci sarà neppure un vincitore. Il posto di ruolo rimarra vuoto? I due candidati non ci stanno e fanno ricorso. Aumentano le polemiche anche in virtù del fatto che appena un anno fa, sempre al Politecnico, si è verificato un caso analogo a seguito di un altro concorso. A differenza di allora quando il Tar decise di passare alla valutazione per maggioranza quantitativa (bastavano quindi 3 punti su 5 per vincere) questa volta la strada della quantitativa non sembra percorribile. 

Nuova valutazione
Per arrivare a capo di questa intricata vicenda è stata dunque avviata una seconda valutazione. In questa fase acquistano nuova importanza alcuni fattori: il parere di un esperto internazione a sostegno di Fasana e il conteggio dei crediti formativi dei due candidati. Si spera che questa seconda valutazione porti a una maggioranza qualificata, altrimenti il posto di docente di ingegneria meccanica rischia di restare vuoto.