Solidarietà

La Mole si tinge di viola: Torino in prima linea per combattere le malattie intestinali

Nella serata di venerdì 19 maggio la Mole Antonelliana si è tinta di viola, a simboleggiare il sostegno per le oltre 5 milioni di persone, 200 mila solo in Italia, che ogni giorno convivono con un disturbo infiammatorio cronico intestinale

La Mole Antonelliana si tinge di viola (© Mihai Bursuc)

La Mole Antonelliana si tinge di viola (© Mihai Bursuc)

TORINO - Nella serata di venerdì 19 maggio l'amatissimo simbolo torinese, sua maestrà la Mole Antonelliana è diventata improvvisamente viola. Perchè? Il monumento simbolo del capoluogo piemontese si è tinto di viola in occasione dell'iniziativa organizzata da EFCCA (European Federation of Crohn's & Ulcerative Colitis Associations) a sostegno dei pazienti con malattie infiammatorie croniche intestinali.

200mila casi in Italia
In Italia molti monumenti si sono illuminati di viola durante la serata del 19 maggio. A livello mondiale, sono stati ben 38 quest'anno i paesi, sparsi per i quattro continenti, che hanno aderito all'iniziativa, colorando di viola i loro simboli più importanti. L'obiettivo è quello di inviare un messaggio di solidarietà alle 5 milioni di persone, 200 mila solo in Italia, che ogni giorno convivono con un disturbo infiammatorio cronico intestinale.