Piemonte

In Piemonte si sente ululare parecchio: 10 branchi di lupi nel torinese

Il report ufficiale riguardo la presenza del lupo in Piemonte presentato il 19 maggio a Torino dalla coordinatrice scientifica del progetto europeo LIFE WolfAlps, Francesca Marucco, parla chiaro: in Piemonte ci sono molti lupi

Lupo - Immagine d'archivio (© davemhuntphotography - Shutterstock.com)

Lupo - Immagine d'archivio (© davemhuntphotography - Shutterstock.com)

TORINO - Nella sola provincia di Torino si contano ben 10 branchi e tre coppie, per un totale di 46 lupi. Non si resti sorpresi, il lupo in Piemonte è un animale molto diffuso e la sua presenza negli ultimi anni ha registrato una notevole spinta alla crescita. «Mentre oggi nelle Alpi centrali e orientali italiane il lupo è ancora una novità, in Piemonte, principalmente nelle province di Cuneo, Torino e Alessandria, la specie è ormai presente su tutto il territorio montano, ed è aumentata in numero, distribuzione e densità, raggiungendo anche le zone più collinari» fanno sapere dalla Regione Piemonte in seguito al report ufficiale su «Lo stato di presenza del lupo in Piemonte», presentato il 19 maggio a Torino dalla coordinatrice scientifica del progetto europeo LIFE WolfAlps, Francesca Marucco.

I numeri del report
Sulle Alpi italiane nel 2015-2016 sono documentati 31 branchi, 8 coppie e 5 individui solitari per un totale di minimo 188 lupi. Di questi, il nucleo «storico» e più consistente della popolazione si trova in Piemonte, dove per lo stesso periodo è documentata la presenza di 27 branchi, 6 coppie e 1 individuo solitario stabile per un totale di minimo di 151 lupi. La maggior parte dei lupi presenti è stata campionata in provincia di Cuneo, dove nel 2016-2017 sono stati documentati 17 branchi e 3 coppie per un totale di minimo 101 lupi, ed a seguire nella provincia di Torino con 46 lupi di cui abbiamo parlato. Nel nord del Piemonte invece, vale a dire nelle province di Biella, Vercelli, Verbano-Cusio-Ossola e Novara, è documentata la presenza di individui solitari stabili e di passaggio, ma non di branchi.