Seguici su

Sport

Massimiliano Allegri guida la classifica degli allenatori più pagati

Il mister della Juventus guida con Josè Mourinho la graduatoria dei CT meglio pagati della Seria A. I primi dieci incassano in totale circa 50 milioni.

Pubblicato

il

TORINO José Mourinho e Massimiliano Allegri sono in testa alla classifica degli allenatori più pagati della Serie A. Entrambi si portano a casa 7 milioni di euro. Del resto, è cosa nota che alcuni CT delle squadre di calcio più blasonate del nostro campionato sono delle superstar, al pari dei calciatori che guidano con alterni successi.

A testimoniare la loro importanza sono anche, appunto, gli stipendi, che in alcuni casi raggiungono cifre a sei zeri.

Circa 50 milioni di euro per i primi dieci

La classifica stipendi allenatori Serie A, indica le prime dieci posizioni in base alla retribuzione percepita a ogni stagione. In totale gli ingaggi per le prime 10 posizioni raggiungono quasi la cifra di 50 milioni di euro.

Come accennato, la classifica degli stipendi allenatori della massima divisione Italiana è guidata da José Mourinho e Massimiliano Allegri. Entrambi si portano a casa 7 milioni di euro.

Simone Inzaghi è l’allenatore più giovane della classifica, a 46 anni siede sulla panchina dell’Inter con la quale ha rinnovato il contratto quest’anno. Inzaghi percepisce 5 milioni per guidare i nerazzurri.

La classifica prosegue con Stefano Pioli che percepisce dal Milan 4 milioni di euro a stagione. Segue con 3 milioni e mezzo a stagione e contratto che dura fino al 2025, Maurizio Sarri della Lazio.

Stesso stipendio quello corrisposto dall’Atalanta a Giampiero Gasperini.  Alla guida di una Napoli entusiasmante, Luciano Spalletti percepisce 2.800.000 di euro a stagione.

Non siede più sulla panchina del Bologna Siniša Mihajlovic che aveva un ingaggio di 2.500.000 di euro a stagione. La classifica procede con Ivan Juric, alla guida del Torino: per lui 2 milioni. La stessa cifra che ora il Verone corrisponde a Gabriele Cioffi.

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *