Da via Borgaro

Barricato in casa armato da quasi 24 ore, in via Borgaro sono riprese le urla questa mattina

Ferdinando Urzini, commerciante di prodotti tipici calabresi, si è barricato in casa da ieri. Il suo appartamento si trova al quinto piano di via Borgaro 84 da dove urla e lancia oggetti dal balcone

Barricato in casa da quasi 24 ore (© )

Barricato in casa da quasi 24 ore (© )

TORINO - La situazione è identica a ieri, nella notte non è cambiato nulla in via Borgaro 84 dove un uomo, Ferdinando Urzini, un commerciante di prodotti tipici calabresi, si è barricato in casa urlando e lanciando qualsiasi cosa dal balconcino al quinto piano, acquario con i pesci compreso. Ma non solo: è anche armato di una pistola. Il tutto va avanti dall’ora di pranzo di ieri. Lui chiede a gran voce di poter parlare con i giornalisti a cui vorrebbe raccontare quello che sta continuando a dire nelle dirette Facebook che ha fatto a ripetizione dall’interno del suo appartamento, storie di persecuzione da parte della mafia e dell’ndrangheta e di cimici (telecamere) nascoste per spiarlo.

Per tutto il pomeriggio centinaia di curiosi si sono radunati in via Borgaro, oltre la zona transennata dai carabinieri e dai vigili del fuoco che, temendo un gesto estremo da parte dell’uomo, hanno posizionato due grossi gonfiabili sotto il suo appartamento. Dopo aver fatto molte dirette in cui si vedeva chiaramente casa sua messa sottosopra, Urzini ha smesso di fare video con l’arrivo dei negoziatori. «Provate a entrare e sparo», avrebbe però continuato a dire, tant’è che durante la notte non ha ceduto ed è ancora barricato nel suo alloggio.

La gente che si è radunata in via Borgaro

La gente che si è radunata in via Borgaro (© )

In queste ore sembrava essersi via via andato calmando, invece questa mattina ha ripreso a sbraitare e lanciare oggetti. Pare, dalla testimonianza di qualche vicino, che il giorno prima del raptus di follia avesse avvertito qualcuno di togliere la macchina da sotto il palazzo e che non avrebbe voluto fare del male a nessuno. La prova che stava architettando qualcosa arriva anche da Facebook, dove le sue dirette hanno fatto decine di migliaia di visualizzazioni, e dove nei giorni scorsi scriveva: «Comunicazione importante la mia vita comincia da domani», e ancora «Forse ci siamo capiti.. se vogliamo iniziare iniziamo.. ma sapete chi vince..».